Assemblea Nazionale dei Delegati Enpav

26 Novembre 2023
in-evidenza

 

Il 25 e 26 novembre 2023, si è tenuta l’Assemblea Nazionale dei Delegati Enpav.

Il Presidente dell’Ente, il dott. Oscar Enrico Gandola, ha aperto i lavori ricordando che i mesi passati sono stati caratterizzati da un periodo intenso di lavoro, condotto con soddisfazione e spirito collaborativo di tutte le parti coinvolte per portare avanti quei progetti di riforma che a vario titolo interessano il sistema prevido-assistenziale di Enpav.

All’ordine del giorno l’elezione del nuovo Vicepresidente Enpav e l’approvazione del Bilancio Preventivo 2024.

La carica era rimasta vacante dopo che il dott. Oscar Enrico Gandola era stato eletto Presidente dall’Assemblea straordinaria tenutasi a luglio, dopo l’improvvisa scomparsa del compianto dott. Tullio Scotti.

Il nuovo Vicepresidente è il dott. Gianni Mancuso, candidatosi alla carica assieme al dott. Diego Fabris, Delegato della Provincia di Vicenza.

Il neoeletto Vicepresidente ha un importante trascorso come Amministratore in Enpav, del quale è stato anche Presidente nei due mandati precedenti, mentre nelle elezioni di aprile 2022 era stato eletto Consigliere di Amministrazione.

Con la sua elezione a Vicepresidente, il suo posto nel Consiglio di Amministrazione Enpav sarà ricoperto dalla dott.ssa Claudia Gherdevich, Delegata della Provincia di La Spezia, e prima dei non eletti nelle elezioni di aprile 2022.

La dott.ssa Gherdevich viene ad incrementare la componente femminile nel Consiglio di Amministrazione, aggiungendosi alla dott.ssa Marina Carla Gridelli.

 L’Assemblea ha inoltre approvato il Bilancio Preventivo 2024 con una piena maggioranza, nessun voto contrario e 18 astenuti.

Un Bilancio relativamente al quale, la Presidente del Collegio Sindacale, la dott.ssa Laura Del Santo, rappresentante del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, si è espressa riconoscendo la congruità delle ipotesi assunte e rilevando l’insussistenza di motivi ostativi all’approvazione.

La dott.ssa Del Santo ha inoltre confermato il giudizio di adeguatezza ed efficienza dell’assetto amministrativo organizzativo e contabile dell’Ente e di apprezzamento per l’attività di recupero dei crediti contributivi che viene condotta.

Caratterizzano questo Bilancio tre fattori principali: l’inflazione, l’andamento dei redditi dichiarati dagli iscritti e la “gobba pensionistica”.

L’impennata dei tassi di inflazione si riflette sia sulle entrate contributive, sia sulle uscite per prestazioni pensionistiche, con un valore che per il 2024 si attesta sull’8,8%, a fronte di una rivalutazione che negli ultimi anni è stata vicino allo zero o di poco superiore.

Un sistema, come quello dell’Enpav, caratterizzato dal metodo di calcolo delle pensioni di tipo retributivo, è particolarmente sensibile all’andamento dell’inflazione, e, se da una parte genera un aumento dei flussi contributivi, dall’altro restituisce l’inflazione sotto forma di aumento dei fattori che incidono sul calcolo della pensione.

Si conferma inoltre la crescita del reddito professionale e del fatturato, alla quale si accompagna il sensibile aumento della contribuzione che viene versata in percentuale proprio sul reddito e sul volume di affari.

Le ultime dichiarazioni presentate all’Enpav restituiscono risultati estremamente positivi sull’andamento della professione veterinaria, con una crescita reddituale del 15%.

Continua nel 2024 la crescita del numero dei pensionati che dovrebbe raggiungere il picco nel 2026.

Il fenomeno è frutto di andamenti demografici noti e monitorati che il sistema pensionistico Enpav è in grado di sostenere, grazie ai saldi gestionali positivi anno per anno ed alla solidità del patrimonio.

Lo stanziamento per le attività assistenziali per il 2024 è stato incrementato del 23%, a riprova dell’attenzione dell’Enpav verso gli strumenti di Welfare rivolti agli associati.

La due giorni assembleare, una volta espletati gli adempimenti delle procedure elettorali, è stata aperta dall’intervento dell’attuario dell’Ente, il dott. Luca Coppini, che ha presentato i risultati del Bilancio Tecnico, l’elaborato che consente di verificare la sostenibilità dei sistemi previdenziali nel lungo periodo, aggiornato al 31.12.2022. L’attuario ha ampiamente rassicurato la platea, sottolineando la positività dei saldi previdenziali e gestionali per tutto il periodo di osservazione (50 anni richiesti dai Ministeri vigilanti) e anche oltre “stressando” il sistema utilizzando parametri ancora più prudenziali.

E’ stata poi la volta dell’On. Cesare Damiano, già Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e attualmente Presidente dell’Associazione Lavoro&Welfare. Esperto conoscitore del mondo previdenziale, l’On. Damiano, dopo aver fatto una panoramica sul sistema generale, si è complimentato con l’Enpav per i risultati del Bilancio Tecnico esposti dal dott. Coppini, risultati che, ha sottolineato, sono l’immagine di una Cassa in buona salute e con un futuro rassicurante.

Anche il Presidente della Fnovi, il dott. Gaetano Penocchio, ha rivolto un saluto all’Assemblea, parlando ai Delegati dell’evoluzione e dello stato della professione nei vari ambiti, e della necessità di rivedere le modalità di accesso al corso di laurea in Medicina Veterinaria.

Sono seguiti gli interventi dei Coordinatori degli Organismi Consultivi che in questi mesi hanno intensamente lavorato sullo sviluppo di progetti di riforma che, nel cronoprogramma che si è dato il Consiglio di Amministrazione, dovranno andare in approvazione all’Assemblea Nazionale dei Delegati di aprile 2024.

Per primo ha preso la parola il dott. Roberto Manfredi, Delegato di Varese e Coordinatore dell’Organismo “Equità Previdenziale e Sostenibilità”, che ha illustrato le ipotesi allo studio per garantire agli iscritti pensioni adeguate alla contribuzione versata e ai redditi dichiarati e con un punto fermo, il mantenimento del sistema retributivo per il calcolo delle pensioni. Le leve proposte sono tutte a favore dell’incremento dell’importo pensionistico dopo tre riforme che invece hanno agito in riduzione.

Il dott. Marcello Di Franco, Delegato di Caserta e Coordinatore dell’Organismo Consultivo “Medici Veterinari Specialisti Ambulatoriali”, ha poi parlato di come la riforma del sistema pensionistico generale andrà a riflettersi su tale categoria di colleghi, anche in questo caso andando a valorizzare i redditi più elevati.

Particolarmente sfidante è poi l’obiettivo dell’Organismo Consultivo “Valorizzazione Medici Veterinari iscritti di solidarietà”. Il suo Coordinatore, il dott. Candido Paglione, Consigliere di Amministrazione e Delegato di Isernia, ha illustrato le proposte tese a “recuperare” coloro che già sono cancellati dall’Enpav e a contenere per il futuro il fenomeno di coloro che rinunciano all’iscrizione all’Ente. Per fare ciò, l’Organismo sta studiando interventi volti ad ampliare l’offerta di strumenti di welfare e a riconoscere un trattamento pensionistico, a fronte di un importo di contribuzione ridotta per coloro che hanno già un’altra forma di previdenza obbligatoria.

Numerose le proposte anche dell’Organismo “Welfare e Pari Opportunità”, di cui è Coordinatrice la dott.ssa Maura Montesano, Delegata della Provincia di Napoli. Le misure ipotizzate vanno dalle agevolazioni nel pagamento dei contributi per il genitore che assiste in casa un figlio con grave disabilità, in caso di inattività professionale per malattia o infortunio e in caso di maternità, all’ampliamento dell’accesso ai sussidi alla genitorialità.

Il giorno 26, il Presidente Gandola ha presentato ai Delegati la sua relazione, con la quale ha illustrato le voci più significative del Bilancio Preventivo, soffermandosi in particolare sul quadro normativo e l’articolato sistema di controlli in cui operano le Casse di Previdenza. Ha inoltre preannunciato che alla prossima Assemblea Nazionale, sarà presentato il Piano di Comunicazione Strategica triennale su cui si è iniziato a lavorare avviando l’attività di analisi degli strumenti esistenti.

All’Ing. Marcello Ferruggia, Dirigente dei Sistemi Informativi dell’Ente, è spettato illustrare lo stato dell’arte e gli obiettivi dell’Ente in tema di sicurezza informatica e di evoluzione dell'architettura tecnologica.

Sono quindi intervenuti la dott.ssa Carla Mazzanti, Delegata di Ancona e Coordinatrice dell’Organismo Consultivo per gli Investimenti Immobiliari, ed il dott. Davide Zanon, Delegato di Treviso e Coordinatore dell’Organismo Consultivo per gli Investimenti Mobiliari. I due Coordinatori hanno illustrato la composizione del portafoglio, immobiliare e mobiliare, dell’Ente e le prospettive di investimento per il 2024.

Il neoeletto Vicepresidente, dott. Gianni Mancuso, ha infine esposto una relazione sulla Immobiliare EnpavRe s.r.l., controllata al 100% da Enpav, facendo una panoramica sugli immobili dalla società.


Enpav ricerca Fondi Immobiliari ed Immobili

Scopri

Talenti Incontrano Eccellenze (TIÈ)

Scopri

Bando 2024 per le Borse Lavoro Assistenziali

Scopri

Talenti incontrano eccellenze - Avviso per i soggetti ospitanti

Scopri

NEWS