Scarica la modulistica

“Con lo stesso impegno di un genitore.”

Cos’è il Sussidio alla Genitorialità?

Il Sussidio alla Genitorialità è un contributo economico da parte dell’Enpav per:

  • Asili nido
  • Baby-sitter
  • Scuole dell’infanzia (solo in caso di adozione ed entro i 6 anni del bambino)


Chi può richiedere il Sussidio alla Genitorialità?

Tutte le Veterinarie iscritte all’Albo.
In alcuni casi particolari possono beneficiare del Sussidio anche i padri Medici Veterinari (nei casi di morte, grave infermità della madre, abbandono o affidamento esclusivo del bambino al padre).

Il genitore può presentare domanda entro 36 mesi dalla nascita del bambino o, in caso di adozione o affidamento, entro 36 mesi dall’ingresso del bambino in famiglia.


Come si richiede il Sussidio alla Genitorialità?

La presentazione della domanda deve essere fatta esclusivamente online accedendo alla propria area riservata iscritti, rispettando i seguenti termini:

  • 1° scadenza: 30 aprile
  • 2° scadenza: 31 ottobre

Area Riservata Iscritti

Soltanto nei casi particolari nel quale a beneficiare dei sussidi sia il padre, è necessario contattare l’Ente per poter presentare la domanda.

NOTA. Presentata la domanda, ricordarsi di scaricare una copia del modello compilato: servirà da ricevuta.


Quali sono i documenti da presentare per ricevere il Sussidio alla Genitorialità?

Alla domanda deve essere allegata la documentazione indicata nell’area iscritti. Questa riguarda:

  1. Spese sostenute
  2. Reddito ISEE del nucleo familiare del richiedente, in corso di validità
  3. Particolari situazioni di disagio del nucleo familiare (cosiddetti “criteri suppletivi”)


A quanto ammonta il Sussidio alla Genitorialità?

Si può richiedere un sussidio solo per spese già sostenute e fino a 300 mensili, per un limite massimo di 8 mesi.



Come vengono determinati i beneficiari del Sussidio alla Genitorialità?

Viene stilata una graduatoria che tiene conto, nell’ordine, dei seguenti fattori:

  1. Reddito del nucleo familiare (Reddito ISEE).
  2. Particolari situazioni di disagio del nucleo familiare (“criteri suppletivi”)
  3. Ulteriori criteri, in caso di parità di punteggio. Questi sono, nell’ordine:
    • maggiore anzianità di iscrizione
    • minore anzianità anagrafica
    • data di presentazione della domanda

Per informazioni più dettagliate:

Enpav - Regolamento per i sussidi a sostegno della genitorialità Regolamento Sussidi alla Genitorialità
 Bando Sussidi alla Genitorialità

 

 


Scarica la modulistica