Questo sito utilizza cookies esclusivamente tecnici di sessione o per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

Indennità di non autosufficienza


Aventi diritto
Pensionati ENPAV di inabilità o di invalidità
La domanda può essere anche presentata contestualmente alla richiesta di pensionamento.

Condizioni
  • Impossibilità di deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore
  • Necessità di assistenza continua per non essere in grado di compiere gli atti quotidiani della vita
  • Cecità assoluta

E’ in ogni caso indispensabile la titolarità dell’indennità di accompagnamento, la cui revoca comporta la cessazione dell’indennità di non autosufficienza.
Lo svolgimento di attività lavorativa anche non veterinaria non preclude la concessione dell’indennità. L’Enpav, a seguito della domanda, procederà alla verifica dei necessari requisiti. La prestazione non è reversibile ai superstiti.
Il beneficio non spetta nei casi in cui il soggetto è permanentemente ricoverato in una struttura con costi totalmente a carico della Pubblica Amministrazione.
Non sono previsti limiti reddituali per la concessione del beneficio.

Importi
L’importo spettante a titolo di indennità di non autosufficienza, rivalutato annualmente, viene erogato in aggiunta alla pensione per 12 mesi ed è pari a:
  • € 300,00 mensili
  • € 500,00 mensili in caso di titolarità di redditi ISEE riferiti al nucleo familiare del richiedente, rivalutati annualmente, non superiori a € 15.000,00

Decorrenza
La decorrenza è fissata al primo giorno del mese successivo a quello di invio della richiesta, in presenza dei requisiti necessari.

Domanda e documentazione
E’ necessario utilizzare il modello predisposto dall’Enpav, allegando la seguente documentazione:
  • Copia completa del verbale di riconoscimento dell’indennità di accompagnamento
  • Dichiarazione ISEE relativa all’ultima annualità fiscalmente dichiarata, solo in caso di reddito ISEE non superiore a € 15.0000,00
  • Idonea documentazione attestante la patologia che ha determinato lo stato di non autosufficienza
  • Copia di un documento d’identità in corso di validità

I veterinari a cui è stata concessa un’indennità di importo pari a € 500,00, sono tenuti a presentare annualmente, su richiesta degli uffici, documentazione attestante la permanenza dei requisiti reddituali.