Questo sito utilizza cookies esclusivamente tecnici di sessione o per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

23/09/2014 Finanziamenti per le libere professioniste dalla Regione Trentino Alto Adige

La crescente femminilizzazione della professione, impone una sempre maggiore attenzione alle questioni legate alla maternità e alla conciliazione famiglia-lavoro.

Segnaliamo due interventi in questa direzione nelle due province della Regione Trentino Alto Adige.

PROVINCIA BOLZANO

La Provincia autonoma di Bolzano propone delle agevolazioni per l’imprenditoria femminile (tra le beneficiarie sono esplicitamente incluse le libere professioniste).

Sono previsti contributi a fondo perduto per promuovere lo sviluppo dell'imprenditoria femminile, con particolare attenzione alla creazione d'impresa, a modelli imprenditoriali innovativi, nonché alla qualificazione professionale delle donne imprenditrici, per favorire una partecipazione sempre più attiva delle donne al mercato del lavoro.

Sono ammesse ad agevolazione le seguenti iniziative:

  • creazione di impresa (start up)
  • nuova attività libero-professionale
  • rilevamento d'azienda e successione d'impresa
  • progetti innovativi (innovazione di prodotto o di processo)
  • acquisizione di servizi di consulenza
  • formazione

Vengono agevolati gli investimenti nella struttura.
La spesa minima è di € 3.500,00 la spesa massima ammissibile è di € 150.000,00. Oltre i 30.00,00 € è obbligatorio presentare un business plan triennale.
È possibile ottenere contributi per investimenti solo in caso di creazione di nuova impresa o di nuova attività libero professionale (attività iniziata da non più di 24 mesi).

Sono ammesse a contributo le spese per: impianti, macchinari, attrezzature e arredi solamente di nuova fabbricazione, creazione website, acquisto di brevetti, licenze, hardware e software; acquisto del primo automezzo (solo per agenti di commercio e venditrici ambulanti).

Non sono ammesse spese per: lavori di costruzione o ristrutturazione, acquisto di terreni o edifici, acquisto di beni usati (salvo si tratti di subentro aziendale), beni di consumo, veicoli, pubblicità e simili, acquisto di beni da noleggiare o affittare, costo dell'avviamento.

Tutte le informazioni sono reperibili al link:
http://www.provincia.bz.it/innovazione/servizi-aggiuntivi/imprenditoria-femminile.asp

PROVINCIA TRENTO

La Provincia autonoma di Trento prevede, attraverso l’Agenzia del Lavoro, un sostegno definito di Co-manager: incentiva i progetti che favoriscono la conciliazione delle donne imprenditrici e delle lavoratrici autonome che hanno necessità di essere sostituite pro tempore da una co-manager per motivi legati alla maternità o all’assistenza di familiari.

L’intervento prevede la concessione di un contributo economico erogato a titolo de minimis fino a €. 25.000 per coprire il costo di sostituzione di una Co–manager.

Tutte le informazioni sono reperibili al link:
http://www.agenzialavoro.tn.it/lavoratori/donne/conciliazione