Questo sito utilizza cookies esclusivamente tecnici di sessione o per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

PAGAMENTO DEI CONTRIBUTI - Le domande più frequenti



Il pagamento dei contributi riprende il 30 settembre 2020. Significa che a settembre dovremo pagare l’intera contribuzione minima 2020 in un’unica soluzione?
No. E’ stato mantenuto il numero delle rate (2-4-8) scelte e le scadenze vengono tutte slittate in avanti a partire dal mese di settembre. Sarà sufficiente seguire le date di scadenza riportate sui bollettini M.Av.

Avrei dovuto pagare i contributi minimi in 2 rate (31 maggio/31 ottobre). Essendo stati sospesi i M.Av. fino a settembre, quali sono le nuove scadenze?
30 settembre – 20 dicembre

Ho chiesto la rateazione dei contributi minimi in 4 rate. Essendo stati sospesi i M.Av. fino a settembre, quali sono le nuove scadenze?
30 settembre, 31 ottobre, 30 novembre e 20 dicembre

Ho chiesto la rateazione dei contributi minimi in 8 rate. Essendo stati sospesi i M.Av. fino a settembre, quali sono le nuove scadenze?
30 settembre, 31 ottobre, 30 novembre, 20 dicembre 2020, 31 gennaio, 28 febbraio, 31 marzo, 30 aprile 2021. Al fine di evitare un accavallamento con le 8 rate dei contributi minimi 2021, la prima rata dei minimi 2021 avrà data scadenza 31 maggio 2021.

Ho chiesto la rateazione delle eccedenze del Modello1/2019 in 6 rate. Essendo stati sospesi i M.Av. fino a settembre, quali sono le nuove scadenze?
Entro il 30 settembre devono essere pagate le prime due rate dei contributi eccedenti (sono i bollettini M.Av. con scadenza 2 marzo e 31 marzo 2020). Le rimanenti 4 rate devono essere pagate con cadenza mensile alle seguenti scadenze: 31 ottobre (bollettino M.Av. con scadenza 30 aprile 2020), 30 novembre (bollettino M.Av. con scadenza 1° giugno 2020), 20 dicembre 2020 (bollettino M.Av. con scadenza 30 giugno 2020), 31 gennaio 2021 (bollettino M.Av. con scadenza 31 luglio 2020).

Non ho pagato le eccedenze del Modello1/2019 che scadevano il 2 marzo e non avevo richiesto nessuna rateazione. Cosa devo fare?
Può pagare il bollettino M.Av. già presente nella sua Area Riservata entro il 30 settembre 2020. Non saranno addebitate né sanzioni né interessi per ritardato pagamento.

Ho richiesto l’addebito automatico SDD per il pagamento dei M.Av., vale anche per me la sospensione fino al 30 settembre?
Si, anche gli addebiti SDD sono stati sospesi e riprenderanno automaticamente, senza alcuna richiesta, con la rata del 30 settembre.

Ho chiesto una dilazione del pagamento dei contributi. Ho letto che la sospensione fino al mese di settembre vale anche per le dilazioni. Nella mia Area Riservata, però, ci sono dei M.Av. che hanno una scadenza antecedente. Questi M.Av. saranno annullati e ne saranno emessi di nuovi con le nuove date di scadenza?
No. I M.Av. che sono già pubblicati nell’Area Riservata non vengono annullati. Le rate sospese andranno in coda al piano di dilazione.

Ho letto che il Decreto Agosto ha previsto la possibilità di richiedere la rateazione dei contributi dovuti per i mesi di aprile e maggio 2020. In che consiste questa rateazione?
Si premette che le scadenze ordinarie dei contributi minimi sono il 31 maggio e il 31 ottobre di ogni anno. La norma in questione, pertanto, riguarderebbe sostanzialmente solo la prima rata del 31 maggio, già oggetto di sospensione da parte dell’Ente e prorogata al 30 settembre 2020.

REQUISITI: aver registrato una diminuzione del 33% del fatturato di marzo 2020 rispetto al fatturato di marzo 2019 e di aprile 2020 rispetto ad aprile 2020.

CONTROLLO DEI REQUISITI: l’Enpav, per la verifica della riduzione del fatturato, dovrà inviare ad Agenzia delle Entrate i nominativi dei soggetti che richiedono la rateazione ai sensi del D.L. 14 agosto

Il pagamento della rata scaduta entro il 31 maggio può essere effettuato a scelta del richiedente:
  • per il 50% in unica soluzione, entro il 30 settembre 2020, oppure in 4 rate mensili con scadenza prima rata 30 settembre (la norma stabilisce il 16 settembre, ma a seguito dello slittamento dei pagamenti per Enpav è posticipato al 30 settembre);
  • per l’altro 50% in un massimo di 24 rate mensili di pari importo, con scadenza prima rata 16 gennaio 2021.

La rateazione è solo su richiesta.