Questo sito utilizza cookies esclusivamente tecnici di sessione o per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

Novità contributi eccedenti Modello 1/2014

Dal 1° dicembre 2014 nella sezione di Enpav Online “Consultazione M.Av./SDD”, sono disponibili i M.Av. per il pagamento dei contributi dovuti in relazione al Modello 1/2014.

La novità operativa da questo Modello di dichiarazione è che il numero delle rate di pagamento varia in relazione all’entità del contributo eccedente da versare.

In particolare:

  1. Se la somma dei contributi eccedenti (soggettivo + integrativo) è inferiore ad € 1.500,00, il sistema genera automaticamente 1 MAv per ogni contributo (soggettivo e integrativo) con scadenza 28/02/2015.
  2. Se la somma dei contributi eccedenti (soggettivo + integrativo) è superiore ad € 1.500,00 il sistema genera automaticamente 2 MAv per ogni contributo (soggettivo e integrativo) con scadenza 31/01/2015 e 28/02/2015.
    In questa ipotesi, i bollettini M.Av. che riportano la scadenza del 31/01/2015 e del 28/02/2015 possono essere tutti pagati entro il 28 febbraio 2015. Il pagamento in un’unica soluzione, entro la data del 28 febbraio, non comporta alcun aggravio di costi a carico dell’iscritto.
  3. Se la somma dei contributi eccedenti (soggettivo + integrativo) è superiore ad € 3.715,88 (limite modificato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 16 dicembre 2014, il precedente limite era pari ad € 6.193,13) l’iscritto può richiedere il pagamento in 6 rate mensili con l’applicazione degli interessi di dilazione al tasso legale.

    La rateazione può essere richiesta dal 1° dicembre 2014 al 31 gennaio 2015, esclusivamente attraverso l’area riservata di Enpav Online.

    I criteri di accesso a questa rateizzazione sono:

    • presentazione del Modello1 entro la scadenza del 30/11/2014;
    • regolarità contributiva all’atto della presentazione della domanda. Non devono quindi risultare debiti contributivi e devono essere stati presentati tutti i Modelli degli anni pregressi;
    • presentazione della domanda di rateazione entro e non oltre il 31 gennaio 2015.