Questo sito utilizza cookies esclusivamente tecnici di sessione o per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

Assemblea Nazionale dei Delegati del 28 novembre 2020


Il 28 novembre 2020 si è riunita in videoconferenza l’Assemblea Nazionale dei Delegati Enpav, che ha visto la partecipazione di 97 Delegati Provinciali.
All’ordine del giorno il Bilancio Preventivo 2021, che è stato approvato dalla maggioranza dei Delegati presenti.
La predisposizione del Budget per il 2021 è stata influenzata dalle previsioni sulla evoluzione della crisi sanitaria ed economica causata dalla pandemia da Covid-19 e conseguentemente dalle ricadute che alcuni provvedimenti che hanno visto la luce quest’anno potranno avere nel prossimo.
Il Presidente Mancuso, nella sua relazione, ha richiamato le attività messe in campo dall’Ente in questi mesi, dall’erogazione dei Bonus previsti dal Governo, alla sospensione di tutti gli adempimenti contributivi, fino all’introduzione di nuovi strumenti a supporto dei colleghi, come l’Indennità Assistenziale straordinaria Covid-19 (liquidati ad oggi 315mila Euro complessivamente a 281 Medici Veterinari) ed i prestiti agevolati, con 48 domande e poco più di 340mila Euro erogati.

Mancuso ha fatto cenno anche ad un nuovo servizio messo a disposizione da AdEPP per chi vuole approfondire le opportunità messe a disposizione dall’Europa. Uno sportello di prima consulenza gratuita online, che grande riscontro sta avendo presso gli iscritti.
Sempre grande spazio al Welfare, con uno stanziamento di 1,8 milioni di Euro per il 2021, che sarà anche l’anno che vedrà l’avvio delle Borse di specializzazione post-laurea e dell’Indennità per morte prematura, due nuovi istituti per i quali l’Ente si aspetta a brevissimo il via libera da parte dei Ministeri vigilanti.
In crescita dell’11,7% la spesa prevista per le pensioni, che comunque non altera il rapporto tra entrate contributive ed uscite pensionistiche che rimane in equilibrio e superiore a 2.

A seguire, il focus sugli investimenti mobiliari ed immobiliari dell’Enpav.

Il Vice Presidente, Tullio Scotti, nella sua relazione ha fatto presente che nel 2021 77 milioni di euro saranno riservati al comparto mobiliare, con l’obiettivo di ridurre i gap esistenti tra i pesi delle asset class che compongono il portafoglio dell’Ente e quanto previsto dalla nuova Asset Allocation Strategica.

Il Consigliere, Oscar Gandola, ha ricordato l’ottima performance fatta registrare dal comparto immobiliare nel 2019, pari al 5,16%, per il quale sono stati stanziati nel 2021 30milioni di Euro, tra investimenti in fondi immobiliari ed in immobili diretti.

Un cenno ad alcune voci di Bilancio.

Rispetto ai dati previsionali 2020, la Gestione previdenziale presenta un risultato lordo in lieve diminuzione dell’1,74% (- 1.019.294 Euro), dato dal saldo tra la Gestione contributi (+ 5.026.000 Euro; + 4,34%) e la Gestione prestazioni (+ 6.045.294 Euro; + 10,53%).

Il risultato lordo della Gestione degli impieghi patrimoniali espone un dato pari a 2.931.400 Euro, in crescita del 14,22%. La Gestione degli impieghi mobiliari e finanziari evidenzia una crescita del 15,08%.
I Costi di amministrazione restano sostanzialmente invariati. Tra questi, le spese per gli Organi dell’Ente evidenziano una riduzione dell’1,47%.

I risultati attesi per il 2021 evidenziano un utile di esercizio pari a 52.665.736 Euro, in leggero decremento (1,41%) rispetto a quello previsto per il 2020.

Roma, 30 novembre 2020

Avviso di Indagine esplorativa


AVVISO Dl INDAGINE ESPLORATIVA PER LA SELEZIONE Dl OPERATORI INTERESSATI A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA EX ART. 36 D.LGS 50/2016 PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA, SANIFICAZIONE E IGIENIZZAZIONE DEI LOCALI, DEGLI EDIFICI, DELLA SEDE E DEGLI IMMOBILI DELL’ENPAV PER LA DURATA DI 24 MESI (RINNOVABILE PER ULTERIORI 12 MESI) INDETTA AI SENSI DELL’ART. 36, COMMA 2, LETT. B) D.LGS. N. 50/2016, DA AGGIUDICARSI A FAVORE DELL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA

INDENNITÀ STRAORDINARIA COVID PERIODO TRANSITORIO


In considerazione delle nuove disposizioni entrate in vigore lo scorso 30 ottobre, è previsto un periodo transitorio per la presentazione delle domande di indennità straordinaria covid19 riferite alle casistiche che si sono verificate fino al 29 ottobre scorso, per le quali valgono i precedenti requisiti di accesso.
Per i casi rientranti in questo regime transitorio la domanda dovrà essere inviata all’Ente improrogabilmente entro il 30 novembre c.a.

Quindi per i casi di quarantena per contatto diretto con un contagiato che si sono verificati fino al giorno 29 ottobre incluso, è possibile presentare la domanda di Indennità Straordinaria Covid 19 entro il termine perentorio del 30 novembre 2020. Questa fattispecie riguarda i Medici Veterinari che esercitano esclusivamente la libera professione. Tale casistica, fuori dai termini sopradescritti, non potrà più formare oggetto di domanda.

Per i casi verificati fino al 29 ottobre 2020 incluso, è possibile presentare la domanda con Modello di Indennità Assistenziale Straordinaria Covid19

Per i casi verificatisi dal 30 ottobre 2020 in avanti, valgono le nuove condizioni decise dal CdA
INDENNITÀ STRAORDINARIA COVID: NUOVE DISPOSIZIONI DEL C.d.A. IN VIGORE DAL 30 OTTOBRE
 

Bando Borse di studio annullato nel 2020


Si informa che per il 2020 non è previsto il consueto Bando annuale delle Borse di studio dedicato ai figli dei Medici Veterinari.

Il C.d.A. dell’Enpav ha infatti ritenuto opportuno destinare il maggior numero di risorse possibili all’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19.

I fondi stanziati per le Borse di studio sono stati quindi attribuiti per intero alle Indennità Straordinarie Covid-19.

Le Indennità Straordinarie Covid-19 sono destinate ai Medici Veterinari che sono stati ricoverati o che si trovano in quarantena per positività al Covid-19.

In questo modo, anche alla luce dell’ulteriore aggravamento dell’emergenza epidemiologica, si vuole garantire un sostegno ai professionisti che si trovano in uno stato di maggiore difficoltà.