Questo sito utilizza cookies esclusivamente tecnici di sessione o per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

60° Enpav (1958/2018)

Durigon ai Veterinari:  nella manovra più autonomia  per le Casse dei professionisti

Mancuso: Segnale importante, i professionisti producono economia reale. Il nostro welfare è risparmio per lo Stato

 (Roma, 24 novembre 2018) Confermati gli investimenti  esentasse fino all’8 per cento  e un emendamento in arrivo per dare più autonomia al welfare previdenziale. Sono le ultime notizie sulla Legge di Bilancio portate questa mattina dal Sottosegretario Claudio  Durigon al Convegno organizzato dall’Enpav per festeggiare i 60 anni dalla sua nascita,  in corso al Radisson Hotel di Roma. “Il Governo è ben attento alle Casse dei professionisti e stiamo cercando di riconoscergli maggiori margini di autonomia” ha dichiarato Durigon alla platea dell’Enpav. 

 Investimenti e welfare sono stati i temi proposti dal Presidente Enpav Gianni Mancuso alla  tavola rotonda moderata da Dino Pesole del Sole 24 Ore e partecipata dai vertici di Eppi (Valerio Bignami), Inarcassa (Giuseppe Santoro) Cassa Forense(Nunzio Luciano) e Cassa dei Commercialisti (Walter Anedda).

 Dal Sottosegretario Durigon arrivano segnali di attenzione molto apprezzati dalle Casse che auspicano continuità di dialogo anche sui temi “di sistema” per l’economia e lo sviluppo nazionale.

 Sono state proprio le Casse a chiedere al Governo  una quota di esenzione per i loro  investimenti ‘qualificati’, un segnale raccolto dal Sottosegretario Durigon che questa mattina ha ribadito  il principio della “libertà di investimenti  per le Casse” e l’importanza di “indirizzarli verso l’economia reale” , anche  per sostenere la crescita del Paese. 

 “Un milione e mezzo di professionisti con il loro  indotto di 2,5 milioni di lavoratori generano economia reale - è il commento del Presidente Enpav- ma anche risorse intellettuali e redditi che attraverso  gli investimenti delle Casse entrano nel sistema circolatorio dell’economia nazionale”. 

 “Una maggiore autonomia nel welfare -prosegue Mancuso- vuol dire dare più assistenza allo sviluppo professionale e più sostegno alle famiglie dei nostri iscritti, sollevando lo Stato da questi oneri di spesa”. 

E proprio domenica prossima  25, l’Assemblea dei delegati voterà il pensionamento anticipato ed il riconoscimento di una contribuzione figurativa aggiuntiva per i veterinari con figli inabili , una misura di welfare previdenziale che l’Enpav è la prima Cassa ad introdurre. Oltre all’aumento della quota di reversibilità per i figli inabili che rimangano orfani di entrambi i genitori.

Ufficio Stampa Enpav