Questo sito utilizza cookies esclusivamente tecnici di sessione o per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

Restituzione dei contributi


ISCRITTI IN PIU’ ALBI PROFESSIONALI
(Art. 2 del Regolamento di Attuazione allo Statuto)
L’iscritto all’Ente, che si iscriva anche in altri Albi professionali, deve optare entro sei mesi dalla data di nuova iscrizione per uno degli Enti o Casse di previdenza delle professioni nei cui Albi è iscritto.
La mancata opzione determina la cancellazione d’ufficio dall’ENPAV e la restituzione dei contributi versati, relativi al periodo di doppia iscrizione, senza maggiorazione di interessi.
Il veterinario che ha optato per l’iscrizione ad altro Ente, è obbligato a versare all’ENPAV un contributo di solidarietà pari al 3% del reddito professionale netto prodotto nel corso dell’anno precedente (art.6, comma 1, del Regolamento), e comunque non inferiore alla misura minima del contributo di solidarietà dovuta anno per anno, nonché il contributo integrativo pari al 2% del volume d’affari.
 
RESTITUZIONE DEI CONTRIBUTI
(Art. 17 del Regolamento di Attuazione allo Statuto)
Il veterinario che al compimento dei 68 anni di età cessi dall’iscrizione all’Ente senza aver maturato il diritto a pensione, nel caso di un periodo di iscrizione e contribuzione inferiore o uguale a 5 anni, può richiedere il rimborso dei contributi soggettivi effettivamente versati dal 1° gennaio 1991. Sulle somme da rimborsare sono dovuti gli interessi legali con decorso dal primo gennaio successivo ai relativi pagamenti.
Il rimborso spetta anche ai superstiti non aventi diritto a pensione indiretta.

Nel caso di contribuzione versata inferiore alla contribuzione dovuta, si applica una riduzione dell’importo da rimborsare di un’aliquota media calcolata applicando al debito contributivo, in modo progressivo, le seguenti aliquote per scaglioni:

  • 2% per un debito contributivo fino alla metà dell’intera contribuzione minima dovuta nell’anno di richiesta della restituzione;
  • 5% per un importo di debito superiore alla metà dell’intera contribuzione minima dovuta nell’anno di richiesta della restituzione e fino a due volte la medesima contribuzione;
  • 10% per un importo di debito superiore a due volte l’intera contribuzione minima dovuta nell’anno di richiesta della restituzione.