Questo sito utilizza cookies esclusivamente tecnici di sessione o per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

Norme comuni ai diversi contributi

PAGAMENTO DEI CONTRIBUTI
(Art. 12 del Regolamento di Attuazione allo Statuto).
I contributi minimi (soggettivo, integrativo, di solidarietà) ed il contributo di maternità sono riscossi a mezzo bollettini M.AV. bancari.

Avvertenza:

  1. qualora debbano essere versati a mezzo bonifico bancario più bollettini M.AV. è necessario effettuare un bonifico distinto per ogni bollettino;
  2. nell’effettuare il bonifico bancario l’importo versato deve corrispondere esattamente a quello indicato sul singolo M.AV.. Eventuali oneri bancari connessi all’operazione compiuta non dovranno essere decurtati dall’importo dovuto all’Ente a titolo di contributi.

 

RITARDO NEI PAGAMENTI DEI CONTRIBUTI MINIMI
Sui versamenti effettuati in ritardo rispetto alle scadenze prefissate, si applicano gli interessi di mora nella misura del tasso legale.

DEDUCIBILITA’
(Art. 5 del Regolamento di Attuazione allo Statuto)
Il contributo soggettivo, di maternità, di solidarietà ed integrativo minimo (per la parte che rimane a carico del veterinario) sono deducibili ai fini dell’IRPEF.

FRAZIONABILITA’
(Art. 8 del Regolamento di Attuazione allo Statuto)
I contributi minimi (soggettivo, integrativo e di solidarietà) sono commisurati, in dodicesimi, ai mesi di effettiva iscrizione all’Ente nell’anno solare.

RIVALUTAZIONE DEI CONTRIBUTI
(Art. 11 del Regolamento di Attuazione allo Statuto)
I limiti di reddito per il calcolo della misura percentuale del contributo soggettivo, il reddito convenzionale nonché il contributo soggettivo di solidarietà sono annualmente perequati in proporzione alle variazioni dell’indice ISTAT.
 
RICORSI
(Art. 18 del Regolamento di Attuazione allo Statuto)
Contro l’applicazione dei contributi è ammesso ricorso al Comitato Esecutivo dell’ENPAV entro il termine ultimo di trenta giorni dalla notifica della richiesta di pagamento.
Il ricorso può essere presentato in caso di errore materiale, di duplicazione dell’iscrizione, nonché in caso di inesistenza totale o parziale dell’obbligazione contributiva.

Contro le deliberazioni del Comitato Esecutivo può essere proposto, nel termine di trenta giorni, ricorso al Consiglio di Amministrazione il quale decide in via definitiva, entro novanta giorni.