Questo sito utilizza cookies esclusivamente tecnici di sessione o per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

Modello1


Il Modello 1

Entro il 30 novembre di ogni anno tutti gli iscritti all’Albo professionale devono inviare telematicamente il Modello 1 mediante l’apposita funzione disponibile nell’area riservata agli iscritti.
I dati dichiarati possono essere rettificati, senza incorrere in alcuna sanzione, entro e non oltre il 30 novembre.
Il Modello 1 deve essere inviato anche nel caso di reddito pari a zero, negativo o inferiore al minimo.

Non deve inviare il Modello 1 chi ha presentato esplicita richiesta di esonero dall’invio del Modello 1.

Sul Modello 1 non devono essere dichiarati i seguenti redditi:

  • reddito da lavoro dipendente in senso stretto (non costituiscono redditi da lavoro dipendente e devono quindi essere dichiarati i redditi da collaborazione nonché le borse di studio);
  • reddito derivante da attività di Specialista Ambulatoriale ai sensi dell’Accordo Collettivo Nazionale del 23.03.2005.


In questi casi, se non si possiedono altri redditi professionali, sul Modello 1 deve essere indicato l’importo zero.

Le sanzioni

A partire dal Modello 1/2015 sono entrate in vigore le nuove sanzioni per ritardato invio del Modello 1 di seguito schematizzate

Modello 1 inviato dopo il 30 novembre o rettificato dopo il 30 novembre
I dati dichiarati sul Modello NON determinano contribuzione eccedente da versare Sanzione fissa, indipendentemente dal numero di giorni del ritardo, pari al 2 per mille del reddito convenzionale.

Per il Modello 1/2017 è pari a Euro 31,30
I dati dichiarati sul Modello determinano contribuzione eccedente da versare Sanzione fissa fino a 90 giorni di ritardo, pari al 2 per mille del reddito convenzionale.

Per il Modello 1/2017 Euro 31,30
Sanzione fissa fino a 365 giorni di ritardo pari al 5 per mille del reddito convenzionale.

Per il Modello 1/2017 Euro 78,25
Sanzione fissa per un ritardo superiore ai 365 giorni pari all’1 per cento del reddito convenzionale

Per il Modello 1/2017 Euro 156,50


I bollettini Mav per il pagamento delle eccedenze, se dovute, vengono resi disponibili nella sezione "Consultazione M.Av. / S.D.D." del sito.

La scadenza per il pagamento è l’ultimo giorno del mese di febbraio dell’anno successivo alla presentazione del Modello 1.

Il ritardo nel pagamento dei contributi eccedenti comporta il recupero degli interessi di mora al tasso legale maggiorato del 2%, commisurati ai giorni di ritardo.