Questo sito utilizza cookies esclusivamente tecnici di sessione o per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

FICO


Alla presenza del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e dei ministri Dario Franceschini (Cultura e Turismo), Gianluca Galletti (Ambiente), Maurizio Martina (Politiche agricole), Giuliano Poletti (Lavoro), la Fabbrica Italiana Contadina (FICO) è stata inaugurata lo scorso 14 novembre.
Tra i soci fondatori, anche alcune Casse dei professionisti (ENPAM, ENPAV, ENPAB, Fondazione ENPAIA), l’Azienda Sanitaria di Bologna, CAAB, COOPFOND.
Oltre 150 le aziende italiane coinvolte e 700 le persone che ci lavorano, il Parco mira ad attrarre 6 milioni di visitatori l’anno, offrendo una piattaforma internazionale sul mondo dell’agricoltura, della produzione alimentare, del turismo e della cultura italiani.
Il parco bolognese è anche un polo di ricerca e cultura grazie alla Fondazione Fico per l’Educazione alimentare ed alla Sostenibilità, presieduta dall’agro economista Andrea Segrè.
La Fondazione mette in rete le più importanti realtà internazionali della cultura agroalimentare e alimenterà una vera e propria 'filiera formativa' intorno al cibo, per studenti dalle primarie ai Master accademici, grazie alle competenze di quattro Università - l’Alma Mater Studiorum di Bologna, l’Università di Trento, l’Università Suor Orsola Benincasa e l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo - affiancate dal Future Food Institute.
L'impegno per la promozione dell'educazione alimentare e ambientale e del consumo consapevole sarà sostenuto anche attraverso la collaborazione avviata con il Ministero dell’Ambiente e con il CREA, Consiglio per la Ricerca in Agricoltura.
Gianni Mancuso, Presidente ENPAV, componente del CdA della Fondazione, dichiara: “Il primo passo sarà nella direzione dell’educazione alimentare nelle scuole, con l’obiettivo ambizioso di realizzare un focus annuale sulla dieta mediterranea per monitorare gli stili di vita e di alimentazione”.
Nei suoi primi mesi di vita, la Fondazione FICO ha avviato un intenso programma di incontri e laboratori per oltre un migliaio di studenti delle scuole dell’Emilia Romagna e della Campania.
“Vogliamo partire dall’educazione alimentare nelle scuole – aggiunge il Presidente Mancuso – proponendoci come istituzione di riferimento, nazionale ed internazionale. Il 28% dei bambini italiani tra i 7 e i 10 anni è in sovrappeso e solo 1 su 3 consuma adeguate porzioni di frutta e verdura nel corso della giornata. E’ necessario ed urgente intervenire per invertire la tendenza”.

Cumulo - E’ in arrivo la Convenzione tra Inps e Casse


E’ stato costruttivo l’incontro dello scorso 14 novembre tra l’Inps e le Casse. L’Istituto si è impegnato a chiudere entro il 15 dicembre la firma delle Convenzioni.
Ogni Cassa sottoscriverà una Convenzione con l’Inps. Il testo è ora all’esame di un gruppo di lavoro ristretto costituito in seno all’AdEPP per la presentazione di alcuni emendamenti.
L’obiettivo è che Casse ed Inps abbiano un ruolo paritetico nella gestione delle pensioni in cumulo.

“Finalmente a distanza di 10 mesi dall’entrata in vigore della normativa sul regime di cumulo dei contributi esteso ai Professionisti, l’INPS ha adottato la circolare contenete i necessari chiarimenti per l’operatività della normativa”, così il Presidente dell’Enpav Gianni Mancuso commenta la pubblicazione della circolare INPS n.140 del 12 ottobre. L’Enpav già lo scorso 28 settembre aveva adottato la propria delibera contenente le modalità operative interne alla Cassa , e , dalla lettura della circolare INPS, l’atto ENPAV risulta allineato con le indicazioni dell’INPS.

Con riguardo al calcolo della quota di pensione INPS, un passaggio della circolare n.140 precisa espressamente che per determinare l’anzianità contributiva rilevante ai fini dell’applicazione del sistema di calcolo della pensione ( retributivo, misto o contributivo), ai fini dell’anzianità contributiva posseduta al 31 dicembre 1995, l’INPS considererà solo la contribuzione non coincidente maturata dall’interessato presso l’assicurazione generale obbligatoria , le forme esclusive e sostitutive della medesima , nonché la gestione separata. In sostanza per la determinazione dei 18 anni al 31.12.1995, necessari per l’applicazione del metodo di calcolo retributivo, non rilevano le contribuzioni versate presso le altre gestioni previdenziali diverse da quelle citate e quindi, nel caso di specie, non rilevano i contributi versati presso l’Enpav. Su questo aspetto riguardante il metodo di calcolo della quota INPS, la circolare ha dato una interpretazione del c. 246 che potrà generare reazioni forti da parte di coloro che avrebbero potuto acquisire, attraverso il regime del cumulo, sia il diritto alla pensione sia un sistema di calcolo presumibilmente più vantaggioso.

La circolare precisa inoltre che la domanda di pensione dovrà essere presentata presso l’ Ente di ultima iscrizione; in caso di iscrizione contestuale a più forme previdenziali , l’interessato ha la facoltà di scegliere quella alla quale inoltrare la domanda.

Il Modello 1/2017 è on-line. Presentazione entro il 30 novembre 2017


È attiva la funzione di EnpavOnline di trasmissione del Modello1 2017 relativo all’anno d’imposta 2016. Il termine per la presentazione è il 30 novembre 2017.

Come presentarlo→ il Modello1 va presentato attraverso la propria area personale di EnpavOnline accedendo alla funzione Trasmissione Modelli → Modello1 → Modello1 2017.
La corretta presentazione del Modello1 viene attestata da una ricevuta digitale subito disponibile nella funzione Documentazione → Ristampa → Ricevuta Modello1/2017.

Chi deve presentarlo→ Tutti i Veterinari che nel 2016 sono stati iscritti all’Ordine professionale, anche per un solo giorno.
Sono esclusi coloro che hanno presentato “domanda di esonero dall’invio del Modello1”, autocertificando di non produrre alcun reddito da attività veterinaria in forma autonoma, neanche in modo occasionale.

Contributi eccedenti→ per il calcolo del contributo soggettivo l’aliquota prevista per il Modello 1 2017 è pari al 13,5% del reddito professionale eccedente il reddito convenzionale di € 15.650,00 fino a un reddito di € 92.600,00 (oltre tale limite è il 3%).
Il contributo integrativo rimane fermo al 2% del totale dei compensi.
I bollettini M.Av. per il pagamento saranno disponibili dalla prima settimana di dicembre 2017 nella sezione Consultazione M.Av./SDD di EnpavOnline. La scadenza è il 28 febbraio 2018. Per importi superiori a € 4.091,25 è possibile richiedere il pagamento in 6 rate tramite la funzione Rateazione M.Av. Eccedenze di EnpavOnline, entro il 31 gennaio 2018.
Ogni rata è comprensiva dei soli interessi al tasso legale.

Rettifica Modello1 → fino al 30 novembre 2017 è possibile rettificare i dati mediante la funzione Trasmissione Modelli → Modello1 → Rettifica Modello1 2017 di EnpavOnline.
Dopo il 30 novembre, è necessario inviare il Modulo “Istanza di rettifica del Modello1-Modulo B” disponibile sull’home page di www.enpav.it nella sezione Contributi → Modulistica.
In questo caso viene considerata come data di presentazione del Modello1 quella dell’invio della richiesta di rettifica e pertanto si è soggetti alle sanzioni previste per la ritardata presentazione del Modello1.

Per una corretta compilazione del Modello1 scarica la Guida alla Compilazione del Modello1 2017

ENPAV ricerca immobili: offerte entro il 30 novembre 2017


Enpav, al fine di allocare un importo pari a € 20 milioni nel settore immobiliare per il 2017, ricerca immobili cielo-terra a Roma e Milano (per quest’ultima preferibilmente Zone Centro, Quadrilatero della moda, ambito circonvallazione interna e Porta Nuova) di tipologia direzionale e commerciale, a reddito.

Saranno valutati anche immobili da ristrutturare con accordi economici già in essere e quote di fondi immobiliari con un profilo di rischio/rendimento core o core plus.

Le offerte rispondenti alle caratteristiche generali sopra indicate dovranno essere inviate entro il 30 novembre prossimo al seguente indirizzo mail: settoreimmobiliare@enpav.it

Cliccando qui è possibile leggere il comunicato stampa pubblicato dai consulenti immobiliari che supporteranno l’Enpav nella selezione degli investimenti.
 
Roma, 11 luglio 2017