Questo sito utilizza cookies esclusivamente tecnici di sessione o per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

Politica Qualità


L'Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza dei Veterinari (di seguito Enpav), è un ente associativo senza scopo di lucro, non commerciale, con personalità giuridica di diritto privato, che espleta, con autonomia gestionale, organizzativa e contabile, le funzioni di previdenza e, compatibilmente con le disponibilità di bilancio, svolge attività di assistenza, in favore della Categoria dei Veterinari.
L’attività istituzionale svolta dall’Enpav consiste nel garantire adeguate prestazioni previdenziali ed assistenziali ai Veterinari, secondo quanto previsto dall’art. 38 della Costituzione italiana.
L’Ente intende raggiungere i propri obiettivi attraverso la soddisfazione degli Stakeholder, il miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza dei processi, la definizione di obiettivi di miglioramento, un innovativo sistema di comunicazione interno ed esterno all’organizzazione.
Il Consiglio di Amministrazione dell’Enpav considera quale elemento fondamentale di Qualità la piena soddisfazione di tutte le esigenze espresse ed implicite dei propri iscritti e la qualità della relazione con questi ultimi. Per raggiungere le proprie finalità, il Consiglio di Amministrazione dell’Ente definisce in modo chiaro la presente Politica per la qualità. Il Consiglio di Amministrazione, attraverso la presente Politica per la Qualità, individua le linee d’azione che consentano di implementare un sistema sostenibile nel tempo, tale da garantire la necessaria equità tra le generazioni di iscritti.

RAPPORTI CON GLI ISCRITTI
Nell’ambito dei rapporti che l’Enpav intrattiene con i propri iscritti, risultano essere prerogative indispensabili:
  • mostrare la maggiore flessibilità possibile rispetto alle esigenze degli iscritti;
  • mantenere con gli iscritti rapporti chiari al fine di prevenire eventuali reclami da parte degli stessi;
  • garantire ai propri iscritti un livello di servizio sempre migliore.

RAPPORTI CON I FORNITORI
Per quanto attiene ai rapporti con i propri Fornitori, l’Enpav assicura di:
  • effettuare un’accurata analisi volta alla selezione di Fornitori affidabili con i quali intraprendere rapporti duraturi;
  • incrementare il livello di efficacia ed affidabilità dei fornitori e valutarli periodicamente;

Inoltre, per i fornitori in outsourcing, l’Enpav giudica primario:
  • il coinvolgimento degli stessi sin dalle fasi di pianificazione del sistema, in modo da cercare la condivisione di obiettivi e metodologie;
  • il fornire metodologie atte a garantire un controllo sempre più rispondente alle esigenze degli iscritti.

ORGANIZZAZIONE INTERNA
Al fine dell’ottimizzazione dell’organizzazione interna, il Consiglio di Amministrazione considera prioritario:
  • creare a tutti i livelli una mentalità basata sul rischio al fine di identificare ed investigare le aree critiche per la Qualità e individuare le opportunità che possono essere utilizzate per migliorare i processi;
  • attuare Azioni Correttive e azioni per affrontare rischi e opportunità;;
  • riesaminare periodicamente la propria politica per accertarne la continua idoneità;
  • operare nel rispetto di tutte le leggi, i regolamenti e le normative applicabili alle prestazioni erogate dall’Ente;
  • rispettare i requisiti previsti dalla Norma UNI EN ISO 9001:2015 e migliorare continuamente l’efficacia del Sistema di Gestione Qualità;
  • migliorare l’efficienza e l’efficacia delle prestazioni erogate dall’Ente;
  • puntare al miglioramento continuo.

Il Consiglio di Amministrazione indirizzerà la Direzione generale affinché:
  • provveda a dotare tutti i dipendenti degli strumenti pratici e teorici che li mettano in grado di contribuire al conseguimento degli obiettivi;
  • coinvolga e integri tutte le risorse aziendali nell’ottimizzazione delle attività e nel miglioramento dei servizi in funzione delle aspettative degli iscritti;
  • gestisca al meglio il personale, pianificando le attività, fornendo informazioni accurate su mansioni da svolgere e responsabilità, valorizzando le professionalità presenti e sviluppando le competenze, la motivazione e la partecipazione ai processi aziendali;

Inoltre il Consiglio di Amministrazione individua i seguenti obiettivi pluriennali, per il raggiungimento dei quali viene approvato annualmente, su proposta della struttura organizzativa dell'Ente, un’apposita programmazione.

1) Welfare
1.1) Elaborare e realizzare politiche attive di welfare integrato. Migliorare l’attuale livello di prestazioni dell’assistenza sanitaria integrativa e studiare nuove forme di sostegno ai Colleghi nei momenti di bisogno.
  • Diffusione degli attuali strumenti di welfare a tutti gli iscritti
  • Indagine conoscitiva dei bisogni
  • Studio nuove misure a sostegno della Categoria
1.2) Elaborare e realizzare politiche attive a sostegno e sviluppo dell’attività professionale dei Colleghi.
  • Monitoraggio delle iniziative a sostegno della categoria
  • Indagine conoscitiva dei bisogni
  • Studio e avvio di misure per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro
2) Trasparenza e comunicazione
2.1) Proseguire e migliorare l’attività di informazione agli iscritti
2.2) Rafforzare gli attuali presidi di vigilanza e corretta gestione delle risorse dell’Ente
2.3) Mantenere positive relazioni con gli organismi di vigilanza
2.4) Rafforzare il contrasto all’evasione contributiva
  • Revisione del SGQ in adeguamento alla norma UNI EN ISO 9001:2015
  • Invio tempestivo delle morosità
  • Invio sistematico dei dati e della documentazione prescritta
3) Politica previdenziale
Promuovere e sostenere un’azione politica da parte dell’Associazione degli Enti Privatizzati (AdEPP) finalizzata a contrastare ogni iniziativa di forzoso ridimensionamento degli ambiti di autonomia del settore della previdenza dei liberi professionisti e a rendere coerenti le politiche previdenziali con quelle del mercato delle libere professioni.
Presenziare e promuovere iniziative di coesione tra le Casse di previdenza.
4) Formazione del personale Potenziare l’attività di formazione del personale avviando iniziative formative anche per aree di attività.
5) Informatizzazione dei processi
  • Sviluppo del workflow documentale, con particolare attenzione al processo di gestione del recupero crediti
  • Investimenti in strumenti informatici più performanti che migliorino l’efficienza dei processi
  • Analisi del rischio informatico.

 

Premesso quanto sopra, diviene di fondamentale importanza l’attenzione da parte dell'intera struttura verso la Qualità affinché essa sia perseguita a tutti i livelli dell’organizzazione.

L’Enpav intende fornire evidenza oggettiva ai propri iscritti del livello di qualità raggiunto e, di conseguenza, pone come obiettivo aziendale la capacità della struttura di operare con metodologie di Garanzia della Qualità. Il Consiglio di Amministrazione è infatti convinto che la Qualità dei processi e dei servizi sia alla base del successo e della crescita della propria organizzazione e la pone fra gli obiettivi prioritari da perseguire, nonché fra i propri impegni più importanti.

Per il perseguimento degli obiettivi prefissati, il Consiglio di Amministrazione si impegna nella promozione e gestione di tutte le attività aventi influenza sulla qualità del servizio attraverso la diffusione dei concetti sopra esposti, l’ottimale organizzazione delle risorse aziendali e la verifica costante dei risultati ottenuti.

Il Consiglio di Amministrazione fa comunque presente che il conseguimento degli obiettivi sopra definiti è una responsabilità propria e di tutto il Personale ed è prerogativa di ognuno che il Sistema Qualità venga gestito attivamente e continuamente migliorato da persone motivate, responsabili e professionalmente preparate. Al fine di garantire la corretta gestione di un Sistema Qualità e l’applicazione della presente Politica per la Qualità, il Consiglio di Amministrazione chiede la collaborazione di tutto il Personale, verso il quale s’impegna a fornire le informazioni necessarie per comprendere l’importanza del proprio ruolo nell’ambito del Sistema.
Il Consiglio di Amministrazione si impegna ad assumere un ruolo attivo nella promozione e guida di tutte le attività aventi influenza sulla Qualità, attraverso la diffusione, a tutti i livelli, della Politica qui esposta e la verifica periodica del suo grado di idoneità.
La politica per la qualità così enunciata e sottoscritta dal Consiglio di Amministrazione è resa nota a tutto il personale mediante affissione nei vari reparti delle sede.

ROMA, 26 OTTOBRE 2016

IL PRESIDENTE
GIANNI MANCUSO