Questo sito utilizza cookies esclusivamente tecnici di sessione o per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

21/03/2016 Credito di imposta per le attività di ricerca e sviluppo

 
Con i fondi e le agevolazioni occorre spesso “giocare di sponda”, nel senso di leggere tra le righe dei bandi, per considerare possibilità implicite.

Ad esempio, il credito fiscale per le attività di ricerca e sviluppo, introdotto dal Decreto Destinazione Italia (D.L. n. 145/2013, convertito, con modificazioni, nella Legge n. 9/2014) e novellato dalla Legge di Stabilità 2015, è aperto solo alle imprese o alle reti di imprese; quindi non sembra di interesse per i liberi professionisti.

Ma la circolare 5/E/2016, che introduce alcune specifiche, rende ora la questione rilevante anche per i professionisti, le cui prestazioni vengono incluse tra le spese deducibili.

Il credito d’imposta sulle Ricerca&Sviluppo permette alle imprese e ai centri di ricerca di dedurre parte delle spese sostenute per effettuare tali attività.

Ma la recente circolare dell’Agenzia delle Entrate specifica la categoria di spesa agevolabile relativa al “personale altamente qualificato”: questa categoria, che ha una quota di credito d’imposta del 50% dell’eccedenza rispetto alla media del 2012/2014, include i costi per il personale dipendente, ma anche i costi per i collaboratori, compresi esplicitamente i liberi professionisti, col solo vincolo di svolgere le attività di ricerca presso strutture dell’impresa agevolata.

Ma anche i costi per attività svolte da professionisti in totale autonomia di mezzi e di organizzazione sono agevolabili, e rientrano nella categoria di costo “Ricerca Esterna”.

Quindi, anche se non viene agevolato direttamente il professionista, ma l’impresa che ne fa domanda e che ottiene il credito d’imposta, la prestazione professionale diviene particolarmente favorevole dal punto di vista fiscale e, di conseguenza, più appetibile per l’impresa committente.

Da sottolineare che l’Agenzia ha aperto le categorie di ricerca agevolabili, specificando che è agevolabile la ricerca in qualsiasi materia e sono agevolabili anche le attività iniziate prima del 2015.

27/01/2016 Regione Lombardia: Iniziative a sostegno dei professionisti

Regione Lombardia: Iniziative a sostegno dei professionisti

La Regione Lombardia ha dato il via a due iniziative di grandi interesse aprendole anche ai liberi professionisti.
  • Ha stabilito modalità e termini per l’avvio a sostegno della misura di auto impiego e di auto imprenditorialità nell’ambito del programma Garanzia Giovani (l’iniziativa è quindi riservata ai giovani under29).

    La finalità è favorire l’avvio di nuove attività imprenditoriali giovani, che possono anche assumere la forma giuridica di associazioni tra professionisti, che vengono considerate microimprese, adottando la definizione europea.

    Ai giovani imprenditori o professionisti verranno offerti sevizi di consulenza, formazione e affiancamento per la fase di avvio dell’attività.

    Il valore massimo del singolo contributo è di 3.200€, la cui erogazione avviene al 70% a inizio processo e il restante 30% all’apertura effettiva dell’attività, che deve avvenire entro 45 giorni dal termine dell’erogazione dei servizi di consulenza e formazione.
  • La Regione ha pubblicato poi le linee guida per l’attuazione degli interventi di formazione continua, erogati da enti di formazione accreditati presso la Regione Lombardia, i cui destinatari possono essere anche liberi professionisti, sia in forma singola che associata.

    Le iniziative formative possono essere presentate anche in modo aggregato da più imprese o studi professionali.

Determinazioni in merito al programma Garanzia Giovani
Linee guida per l’attuazione degli interventi di formazione continua

copertura 31.12.2015 Unisalute

Fino al 31.12.2015 è ancora attiva la copertura assicurativa con Unisalute.

Per le prestazioni previste dal Piano sanitario diverse dal Ricovero consultare www.unisalute.it

Per le prestazioni dell’area Ricovero contattare preventivamente il Numero Verde 800-822455

dall’estero: prefisso per l’Italia + 051.63.89.046

orari: 8,30 – 19,30 dal lunedì al venerdì

 

Piano Base

Principali prestazioni garantite

 

• Ricovero per Grave Evento Morboso e Grande Intervento Chirurgico

• Ricovero per grave malattia od infortunio (garanzia operante solo per l’iscritto Enpav professionalmente attivo)

• Somma di € 4.200,00 annui, per un massimo di 3 anni, in caso di stato di non autosufficienza permanente, per il rimborso delle spese sanitarie sostenute o l’erogazione di servizi di assistenza diretta (garanzia operante solo per l’iscritto Enpav, in età compresa tra i 18 e i 65 anni)

• Grave malattia od infortunio che provochi all’iscritto, per almeno 4 mesi, l’impossibilità di esercitare proficuamente la professione (garanzia operante solo per l’iscritto Enpav professionalmente attivo)

• Somma di € 10.000 in caso di malattie oncologiche per terapie, visite e accertamenti diagnostici

• Somma di € 1.500,00 in caso di diagnosi di brucellosi ed erogazione di ulteriori € 1.500,00 per ogni mese in cui l’iscritto non potrà svolgere la propria attività professionale, fino ad un massimo di 9 mesi (garanzia operante per il solo veterinario)

• Indennità in caso di Invalidità permanente conseguente a malattie contratte a causa dell’esercizio della professione (garanzia operante solo per l’iscritto Enpav professionalmente attivo)

• Indennità per Ricovero con intervento chirurgico diverso dal Grande Intervento

• Indennità di convalescenza a seguito di ricovero in caso di grandi interventi e gravi eventi morbosi

• Ospedalizzazione domiciliare a seguito di grande intervento o grave evento morboso

• Prestazioni di Alta Specializzazione (es. amniocentesi, MOC, ECG, laserterapia, gastroscopia e colonscopia)

• Visite specialistiche presso le strutture sanitarie convenzionate

• Prestazioni diagnostiche particolari (CHECK UP), garanzia operante solo per il titolare

• Prevenzione odontoiatrica

• Trattamenti fisioterapici riabilitativi da infortunio

• Grandi Interventi chirurgici odontoiatrici

• Cure dentarie da infortunio

 

 

Piano Integrativo

Principali prestazioni garantite

 

• Ricovero in Istituto di cura con o senza Intervento Chirurgico (non inclusi nell’elenco dei Grandi Interventi del Piano Base

• Check-up di prevenzione: esami da effettuare una volta all’anno presso le strutture sanitarie convenzionate, tra i quali PSA prostatico per gli uomini e PAP TEST per le donne.

• Parto e aborto terapeutico

• Visite Specialistiche e Accertamenti Diagnostici

• Protesi ortopediche ed acustiche

 

18/12/2015 AdEPP – Eletto il nuovo Presidente – Il Presidente Mancuso confermato alla guida del Collegio dei Revisori


L’Assemblea Adepp ha nominato ieri il nuovo Presidente Alberto Oliveti (Enpam) in sostituzione di Andrea Camporese (Inpgi).

Sono stati nominati anche i membri del Direttivo e Gianni Mancuso, Presidente Enpav, è stato riconfermato Presidente del Collegio dei Revisori.

“Sono felice ed orgoglioso che l’Assemblea dei Presidenti AdEPP mi abbia confermato la fiducia di quest’incarico.

In questi anni AdEPP ha saputo evolvere da organo assembleare a vero centro di rappresentanza degli interessi delle Casse iscritte, facendosi portavoce delle nostre esigenze e delle nostre istanze in Italia e anche in Europa.

Agire in modo collettivo, per le Casse, significa poter esercitare il peso dei 2 milioni di professionisti che rappresentiamo e di meglio arrivare a far sentire la nostra voce nei palazzi istituzionali e anche nella società.

Voglio ringraziare sentitamente il Presidente uscente Camporese, per essere stato fautore e promotore di questo salto in avanti dell’associazione e augurare buon lavoro al nuovo Presidente Oliveti, certo che saprà proseguire nel segno positivo di questi anni”.

Questi gli eletti dall’Assemblea AdEPP:

CONSIGLIO DIRETTIVO
ALBERTO OLIVETI (ENPAM) PRESIDENTE
NUNZIO LUCIANO (CASSA FORENSE) VICE PRESIDENTE VICARIO
MARIO SCHIAVON (ENPAPI) VICE PRESIDENTE
RENZO GUFFANTI (COMMERCIALISTI) CONSIGLIERE
FAUSTO AMADASI (GEOMETRI) CONSIGLIERE
MARIO MISTRETTA (NOTAI) CONSIGLIERE

 

COLLEGIO REVISORI
GIANNI MANCUSO (ENPAV) PRESIDENTE
FELICE TORRICELLI (ENPAP) COMPONENTE
STEFANO POETA (EPAP) COMPONENTE
DANIELE CERRATO (CASAGIT) SUPPLENTE
ALESSANDRO VISPARELLI (ENPACL) SUPPLENTE

Sottocategorie