Questo sito utilizza cookies esclusivamente tecnici di sessione o per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

Oneri deducibili – Redditi 2014

Si informa che l'attestazione dei contributi versati nell'anno 2014 è disponibile nell’area riservata del sito, nella sezione  "Documentazione - Ristampa".

Tale attestazione NON sarà inviata per posta ordinaria.

Ricordiamo, a titolo esclusivamente esemplificativo, che i contributi minimi obbligatori dovuti per l’intero anno 2014 (a meno di agevolazioni per neoiscrizione con età inferiore ai 32 anni) sono così ripartiti:

Tipologia di Contributo Importo
Contributo Soggettivo € 1.943,75 
Contributo Integrativo* € 466,50 
Contributo Maternità € 67,00 
TOT. € 2.477,25 


* Le risoluzioni dell’Agenzia delle Entrate chiariscono che, per il veterinario iscritto obbligatoriamente all’Ente, il contributo integrativo è deducibile dal reddito complessivo nell’ipotesi in cui il contributo rimanga effettivamente a suo carico.
In altri termini se un iscritto non effettua prestazioni professionali in forma autonoma, il contributo integrativo è interamente deducibile; se invece fa prestazioni di importo limitato può dedursi il contributo integrativo minimo, limitatamente all’ammontare per il quale non si è rivalso sul cliente.

Novità contributi eccedenti Modello 1/2014

Dal 1° dicembre 2014 nella sezione di Enpav Online “Consultazione M.Av./SDD”, sono disponibili i M.Av. per il pagamento dei contributi dovuti in relazione al Modello 1/2014.

La novità operativa da questo Modello di dichiarazione è che il numero delle rate di pagamento varia in relazione all’entità del contributo eccedente da versare.

In particolare:

  1. Se la somma dei contributi eccedenti (soggettivo + integrativo) è inferiore ad € 1.500,00, il sistema genera automaticamente 1 MAv per ogni contributo (soggettivo e integrativo) con scadenza 28/02/2015.
  2. Se la somma dei contributi eccedenti (soggettivo + integrativo) è superiore ad € 1.500,00 il sistema genera automaticamente 2 MAv per ogni contributo (soggettivo e integrativo) con scadenza 31/01/2015 e 28/02/2015.
    In questa ipotesi, i bollettini M.Av. che riportano la scadenza del 31/01/2015 e del 28/02/2015 possono essere tutti pagati entro il 28 febbraio 2015. Il pagamento in un’unica soluzione, entro la data del 28 febbraio, non comporta alcun aggravio di costi a carico dell’iscritto.
  3. Se la somma dei contributi eccedenti (soggettivo + integrativo) è superiore ad € 3.715,88 (limite modificato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 16 dicembre 2014, il precedente limite era pari ad € 6.193,13) l’iscritto può richiedere il pagamento in 6 rate mensili con l’applicazione degli interessi di dilazione al tasso legale.

    La rateazione può essere richiesta dal 1° dicembre 2014 al 31 gennaio 2015, esclusivamente attraverso l’area riservata di Enpav Online.

    I criteri di accesso a questa rateizzazione sono:

    • presentazione del Modello1 entro la scadenza del 30/11/2014;
    • regolarità contributiva all’atto della presentazione della domanda. Non devono quindi risultare debiti contributivi e devono essere stati presentati tutti i Modelli degli anni pregressi;
    • presentazione della domanda di rateazione entro e non oltre il 31 gennaio 2015.

Novità contributi minimi 2015


I bollettini di versamento saranno disponibili nell’area riservata di Enpav Online a partire dalla prima settimana del mese di marzo.

Per il pagamento in 4 rate le scadenze sono: 31 maggio, 31 luglio, 30 settembre e 31 ottobre.

Per il pagamento in 8 rate le scadenze sono: 31 marzo, 30 aprile, 31 maggio, 30 giugno, 31 luglio, 31 agosto, 30 settembre e 31 ottobre.

La maggiore rateazione deve essere richiesta entro il 31 gennaio di ogni anno, attraverso l’area riservata di Enpav Online.

In mancanza di richiesta di una diversa rateazione, i contributi devono essere pagati nelle consuete due rate con scadenza 31 maggio e 31 ottobre.

Oneri deducibili – Redditi 2013

Le attestazioni di versamento dei contributi pagati nel 2013 sono in linea nell’area riservata di Enpav Online - Sezione "Documentazione - Ristampa"

I contributi minimi obbligatori dovuti per i 12 mesi dell’anno 2013 (a meno di agevolazioni per i neo iscritti con meno di 32 anni) sono così ripartiti:

Tipologia di Contributo Importo Deducibilità
Contributo Soggettivo € 1.824,00  Totale
Contributo Integrativo € 456,00  Per la parte che rimane a carico del contribuente
Contributo Maternità € 55,00  Totale
TOT. € 2.335,00 
 


Un iscritto, che nell’anno 2013 abbia effettivamente versato € 2.335,00 di contributi Enpav e non abbia emesso fatture per attività autonoma professionale, potrà dedurre dal reddito IRPEF 2013, l’intera contribuzione pagata pari ad € 2.335,00.

Sono totalmente deducibili anche i seguenti contributi:

  • il contributo soggettivo eccedente
  • il contributo di solidarietà
  • il contributo modulare
  • l’integrazione contributiva previdenziale obbligatoria
  • l’onere per riscatto/ricongiunzione