Questo sito utilizza cookies esclusivamente tecnici di sessione o per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

Via libera al pagamento del bonus a favore di ulteriori 6000 Medici Veterinari


I Ministri del Lavoro e dell'Economia hanno firmato il decreto che sblocca ulteriori 80milioni di Euro per il Reddito di ultima istanza destinato ai professionisti iscritti alle Casse di Previdenza private.

“Finalmente il Governo ha ascoltato le richieste delle Casse che, sin da subito,” – ha dichiarato il Presidente Mancuso – “avevano chiesto a gran voce attraverso l’AdEPP, di aumentare lo stanziamento per poter soddisfare tutte le domande e non creare disparità di trattamento tra professionisti.
L'Enpav ha già messo in atto le ultime procedure necessarie per il pagamento del bonus di marzo a favore di ulteriori 6.000 Medici Veterinari, 10.000 erano già stati pagati nelle scorse settimane”.

L’ufficialità è arrivata con la pubblicazione del Decreto Interministeriale del 4 maggio 2020, che ha finanziato con ulteriori 80milioni di Euro la parte di fondo che mancava per poter coprire le domande valide presentate dagli iscritti.

“Questo Decreto risolve certamente uno dei problemi delle indennità – ha commentato il Presidente Mancuso – Ora ci aspettiamo che il Governo metta fine ad un’altra ingiustizia che riguarda tutti coloro che versano contributi in due gestioni previdenziali e che, per come è stata scritta la norma, per assurdo non possono ricevere il bonus da nessuna delle due, anche se hanno i requisiti reddituali. Confidiamo che con il decreto maggio non si ripetano gli errori già commessi”.

Roma, 12 maggio 2020